BMW C1 CLUB - C1 elettrico
BMW C1 CLUB

BMW C1 CLUB
| REGISTRATI | Discuss.Attive | Discuss.Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ | RSS | | |
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 FORUM UFFICIALE del CLUB
 SUGGERIMENTI E MIGLIORIE
 C1 elettrico
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 4

c1neo
Regular C1 Biker

xC1Pista
C1 125 Kat
Regione Toscana


57 Messaggi

Inserito il - 10/06/2008 : 20:49:32  Mostra Profilo Invia a c1neo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
Il C1 elettrico?

Ho avuto un sogno, un c1 senza magagne da motore a scoppio e che non consuma carburante fossile, sempre più caro e chissà quanto ancora rincarerà.

Secondo voi è possibile sostituire il motore a scoppio con uno elettrico? Io credo di si. Ammesso che si possa fare veramente, come si può farlo omologare?
In pratica non è una gran modifica dal punto di vista della sicurezza propria ed altrui, anzi.....

Che ne pensate di questa idea?

Un motore elettrico in genere è estremamente più performante ed economicamente conveniente di quello a scoppio, inoltre ha un costo di manutenzione uguale a zero in paragone.

Il problema delle batterie è il vero scoglio, lo sò, ma facciamo finta di avere già a disposizione accumulatori leggeri e di gran capacità che danno ad esempio un minimo di 100 km di autonomia, lo spazio per installarle si potrebbe ricavare dagli spazi lasciati liberi dai componenti legati al motore a scoppio, nel bauletto accanto alla batteria, nello schienale etc...
Il tettuccio potrebbe diventare fotovoltaico, anche l'oblò posteriore, e fra poco non appena sarà disponibile il nuovissimo fotovoltaico su film flessibile polimerico anche l'intera carrozzeria potrebbe diventare fotovoltaica.

Detto questo, da un punto di vista della meccanica che problemi ci sarebbero ad installare un bel motore elettrico al posto di quello del c1? Secondo me si può tranquillamente fare un forcellone ad hoc e sostituire di sana pianta tutto il blocco motore, oppure, ma questo proprio non lo so immaginare, per imperizia specifica, si potrebbe togliere la parte del motore che produce il moto e attaccare il motore elettrico alla trasmissione sfruttando il forcellone esistente, forse è più difficile.

Spero che vi interessi la mia idea. Ci ho pensato perchè in realtà non mi interessa il rombo del motore, anche se è figo e mi piace, lo ammetto, mi interessa invece un mezzo affidabile e semplice da mantenere, il c1 così com'è, è affidabile, ma la tecnologia a scoppio è sempre piuttosto imperfetta ed i costi di manutenzione sono elevati, con l'elettrico no.

Da qui la mia proposta di studio.

Niente di nuovo in realtà, ma secondo me mooolto interessante per i c1nonisti, la mitica sicurezza del c1 associata a silenziosità e affidabilità altissima, se hai energia cammini, un motore elettrico può fare senza batter ciglio anche più di un milione di km, se rompe lo cambi direttamente o lo mandi a rigenerare, stop.

Fine dei problemi di meccanica, fine della dipendenza a livello di cordone ombelicale con i meccanici (che comunque continuerebbero ad essere presenti, per la manutenzione generale dell'oggetto, quindi spero che non vedano un pericolo per i loro giusti, ma a volte esorbitanti ed immeritati, introiti , ma solo aria nuova e senza così tanto smog, non certo per colpa del c1 comunque).

Un sogno? eresia? O una realtà mooolto vicina?

Tra le novità che usciranno a breve nel campo degli accumulatori e del fotovoltaico, la spinta economica negativa del petrolio e positiva per le energie alternative, la preparazione tecnica dei guru del nostro forum ed un aiuto reciproco che si può concretizzare unendo le forze, ovvero dando un contributo tecnico specifico per assemblare il tutto, credo che non sia folle l'idea di creare un bel kit di conversione.

In aggiunta a questa parte secondo me molto realistica, specialmente con i rincari continui della benzina che probabilmente stanno marcando un confine di non ritorno voglio aggiungere qualcosa di stravagante, lo immaginate un c1 elettrico con l'avantreno del MP3 piaggio?

Ecco questo è veramente un sogno, forse solo un sogno, ma chi se ne intende di meccanica potrebbe anche dirmi di no.

Per i maniaci del rombo invece si potrebbe installare un audio diffusore col rombo registrato od il bip bip di pericolo, magari a scelta fra radio e/o mp3, anche per avvertire gli altri che stiamo arrivando.

Vista la totale silenziosità dei motori elettrici, quando cammini in centro se arriva qualcuno col mezzo elettrico ti piomba addosso senza che neanche te ne accorgi, se si tratta di un pulmino pubblico emette il classico bip bip della retromarcia dei muletti, per evitare disastrosi investimenti di persone che scendono di colpo dal marciapiede ignare dell'arrivo del veicolo.


Ho visto un documentario

http://www.pbs.org/cgi-registry/mediaplayer/videoplayer.cgi?playeraddress=
videoplayer.cgi&media=%2Fmedia4%2Fnow%2F223%2Felectric-car-lo.rm%2C%2
Fmedia4%2Fnow%2F223%2Felectric-car-hi.rm%2C%2Fnow%2F223%2Felectric-
car-hi.wmv%2C%2Fnow%2F223%2Felectric-car-lo.wmv&title=Who%20
Killed%20the%20Electric%20Car%3F&playertemplate=%2Fnow%
2Fmedia_player%2Fvideo.html

Il link è diviso in 6 righe per non sformare la pagina della discussione erenderla difficilmente leggibile.)

Pare che in california quando GM ed altre case vendevano la macchina elettrica, chi le ha comprate ne è rimasto incredibilmente entusiasta, anche per via delle prestazioni da vero bolide, a loro dire, purtroppo nello stesso documentario spiegavano che le case automobilistiche hanno fatto tutto ciò solo ed esclusivamente perchè obbligati dalla legge, ma che appena hanno potuto hanno deliberatamente distrutto il ramo auto elettriche e ritirato tutte le vetture in circolazione per ovvi motivi economici, andavano troppo bene e facevano incassare meno in definitiva.

Ho letto anche una altra notizia storica per cui Nikolas Tesla, uno scienziato con oltre 1200 brevetti sulle spalle, per inciso senza di lui saremmo ancora con le candele in mano la sera per chiarirne l'importanza nella storia, nei primi del 1900 andava in giro con una macchina da lui modificata alla bella velocità di 90 miglia orarie.
Fate la ricerca tesla car ci sono una marea di articoli qui sotto un paio:

http://etleboro.blogspot.com/2006/07/la-teslamotors-non-svela-i-suoi.html

http://www.evworld.com/images/piercearrow_tesla.jpg&imgrefurl=http://www.evworld.com/article.cfm%3
Fstoryid%3D1062&h=238&w=400&sz=80&hl=it&start=7&tbnid=X_DYt-EON4VQzM:&tbnh=74&tbnw=124&prev=/images%3Fq%3Dtesla%2
Barrow%26gbv%3D2%26hl%3Dit%26client%3Dfirefox-a%26rls%3Dorg.mozilla:it:official%26sa%3DG



Al tempo era veramente una ottima velocità, e ancor oggi è roba da autovelox, escluso che sull'autostrada, con la perdita della patente immediata, ovvero 144 km/h.

Per cui probabilmente se da un punto di vista meccanico la cosa è fattibile, ed omologabile, rimarrebbe solo il problema di trovare le batterie giuste e magari integrare pannelli fotovoltaici per avere quel minimo di ricarica costante quando c'è luce. Sono cose secondo me fattibili, forse già adesso, ma senza dubbio a breve, vista anche l'impennata senza fine e dai risvolti drammatici del prezzo del petrolio.

Un'altra domanda su una questione realistica per i guru del forum è questa: che voi sappiate la centralina del c1 sarà già in grado di bruciare alcool? So che già una buona percentuale della benzina è alcool (20% in America, in Svezia ci sono le nuove pompe dove la miscela la decidi tu, in Italia per ora non lo so o è un mistero, ma non sarà di certo diversa da quella del resto del mondo) e che molte macchine hanno già il programma per bruciarlo, anche se non lo dicono a nessuno. Inoltre l'alcool ha un alto numero di ottani, produce 15% di energia in meno, ma di contro è molto più pulito, in tutti i sensi, della benzina, per cui danneggerebbe meno anche il motore oltre che l'ambiente.

Potrebbe essere cosi' anche per il bestio? Essendo un mezzo la cui carburazione è stata calibrata per consumare pochissimo potrebbe forse andare bene così com'è.?!?? (il bestio intendo, l'alcool invece deve essere anidro, per cui quello comune non andrebbe bene così come è).

Spero di avervi trovato un argomento interessante per le innovazioni e modifiche del bestio, secondo me con i tempi che corrono non c'è affatto da scherzarci.

Ciao a tutti.....

Modificato da - c1neo in Data 10/06/2008 22:53:46

Massimiliano
C1 Biker Master

International 2011

0113_da_Massimiliano
C1 125 Kat
Regione Toscana
Firenze


3443 Messaggi

Inserito il - 10/06/2008 : 22:13:47  Mostra Profilo  Clicca qui per chiamare via Skype Massimiliano Invia a Massimiliano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
Mah... la cosa sarebbe bella ma oggi come oggi l' unico aspetto positivo per un mezzo totalmente elettrico è il fatto di poter entrare nelle zone a traffico limitato, il peggior difetto è la limitata autonomia. Oltretutto l' energia elettrica è fornita per buona parte dagli idrocarburi e quindi si ritorna al discorso che si inquina, gira e rifrulla è il solito problema del cane che si morde la coda.
Speriamo nell' idrogeno..... ma chissa quando.

SBRANDARE DI SOPRASSALTO IL BUNKER A MEZZANOTTE E MEZZA MENTRE DORME NON HA PREZZO. PER TUTTO IL RESTO C'E' MASTERCARD!
Torna all'inizio della Pagina

c1neo
Regular C1 Biker

xC1Pista
C1 125 Kat
Regione Toscana


57 Messaggi

Inserito il - 10/06/2008 : 22:48:13  Mostra Profilo Invia a c1neo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
Ciao

A me bastano 100 km. ci vado al lavoro e torno a casa, poi come fanno l'energia in genere è un problema che l'umanità dovrà comunque risolvere, prima o poi, ma non possiamo certo fare qualcosa individualmente e subito al riguardo ( anche se ci sarebbe da discutere su questo).

Comunque è sempre meglio produrre e filtrare lo smog in pochi punti come le centrali, magari fatte bene, piuttosto che sciorinarlo uniformemente dappertutto come facciamo adesso con più di 40 milioni di tubi di scappamento sparsi in giro per l'Italia e da altri centinaia di milioni (chissa quanti in tutto?) nel mondo. Mi sembra logico no?

Ciao
Torna all'inizio della Pagina

vyger
C1 Biker Senior

eqbektor
C1 200 Executive
Regione Emilia Romagna
Molinella


823 Messaggi

Inserito il - 11/06/2008 : 08:15:54  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di vyger  Clicca qui per chiamare via Skype vyger Invia a vyger un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
100km di autonomia sono fattibilissimi, ma il motore non puoi mntartelo tu.
E' vero che la corrente deriva da combustibili fossili, ma un auto elettrica se l'elettricita deriva da una centrale a carbone, inquina comunque molto meno di una a benzina

www.Stefano.pozzato.name
www.acmeitalia.org
www.milsim.org/
skype vygeracme
Torna all'inizio della Pagina

Truzzman
C1 Guru

International 2011

C1Truzzman
C1 200 Executive
Regione Liguria
Arenzano


7945 Messaggi

Inserito il - 11/06/2008 : 13:45:33  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Truzzman  Clicca qui per chiamare via Skype Truzzman Invia a Truzzman un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
http://www.vectrixeurope.com/Portal/2/Language/70/Page/1/home.aspx

Questa è l'unica proposta attualmente interessante. I costi sono alti ma sono previste formule di noleggio a lungo termine.

Un C1 elettrico? perchè no, il problema è trovare chi ci voglia investire qualche centinaio di migliaia di euro per produrlo. E' vero che concettualmente è semplice (motore+batterie+regolatore) ma credetemi i costi sono ancora molto alti e l'interesse del mercato basso, quindi poca produzione e nessuna economia di scala possibile.

Ci arriveremo comunque entro qualche anno passando prima per gli ibridi per arrivare ai tutto elettrico, ma non prima di 5 o 10 anni salvo scoperte clamorose e inattese nel campo delle batterie, che sono il vero punto critico di tutto il sistema.

Rimane comunque il problema di capire l'energia elettrica per ricaricarle da dove la ricaveremo.....

Stefano T. "Truzzman" C1 200 Executive ABS work in progress

TahiTaneWaka
Divina Commedia canto XXVI vv 118-120 "fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza"
Om Mani Padme Hum
Consulente Energetico CasaClima
http://it.linkedin.com/pub/Stefano-truzzi/52/b4/444/
Torna all'inizio della Pagina

c1neo
Regular C1 Biker

xC1Pista
C1 125 Kat
Regione Toscana


57 Messaggi

Inserito il - 11/06/2008 : 17:45:17  Mostra Profilo Invia a c1neo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
Ciao

Continueremo a bruciare quello che c'è, ma in maniera più efficiente ed economica, tutto sarà sempre più centellinato, etc fino alla scoperta di qualcosa di migliore, che so la fusione nucleare, accademicamente parlando , una tecnologia del futuro.

Io comunque parlavo di trasformare in casa il c1 attuale in un c1 elettrico, secondo me è fattibile e sarebbe una vera svolta, la impossibilità di sovraccaricarlo di batterie e le limitazione attuali delle stesse potrebbero essere compensate da pannelli fotovoltaici durante il giorno.

Un compromesso brutto da vedere, ma veramente butto, antitetico ( è comunque quanto fanno le case automobilistiche in ogni caso con le macchine ibride) sarebbe quello di aggiungere un mini generatore per le emergenze o prolungare la autonomia massima in attesa di batterie migliori ed efficienti.

Un Ibrido in pratica.
Se si rompe il generatore, lo stacco in 10 minuti e lo lascio all'assistenza, mentre magari me ne monto uno di riserva o sostitutivo di cortesia e continuo a viaggiare, nei casi peggiori anche senza, consapevole delle maggiori limitazioni in questa condizione.

Sarebbe già qualcosa di meglio dal punto di vista economico e per facilità di manutenzione.

Io dico che specialmente se si mangia il rospo dell'ibrido si può fare eccome.

Ho visto dei generatori che sono dei cubetti di 25cm di spigolo ad occhio e croce.

Che ne pensate?

Ciao

Modificato da - c1neo in data 11/06/2008 19:02:56
Torna all'inizio della Pagina

Truzzman
C1 Guru

International 2011

C1Truzzman
C1 200 Executive
Regione Liguria
Arenzano


7945 Messaggi

Inserito il - 11/06/2008 : 21:13:22  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Truzzman  Clicca qui per chiamare via Skype Truzzman Invia a Truzzman un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
Tutto sta nel vedere quanta potenza ti serve e quanta ne hai a disposizione.

Con i motori elettrici non ci sono grossi problemi di potenza nel senso che ne hanno in abbondanza e per di più hanno la coppia motrice che è massima quando sono fermi al contrario dei motori a scoppio (ed è per questo che spesso troviamo motori elettrici direttamente collegati alle ruote motrici senza interposizione di cambi o frizioni). Anche i rendimenti dell'insieme motore regolatore sono molto alti, intorno al 90%, contro al massimo il 30% dei migliori motori endotermici (turbodiesel comunque).

Il problema è immagazzinare l'energia.

Fatti due conti: il 125 ha 11 kw di potenza e per andare a 70 all'ora ne impieghi almeno la metà. se vuoi avere un'autonomia di 100 km a occhio dovresti disporre di circa 10 kw (conto molto spannometrico). I 10 kw li trovi senza problemi in pochi litri di benzina ma sa invece quale batteria ci vuole? con quali ingombri e con quali pesi? e non pensare di ricaricarla con al massimo 1 mq di pannelli fotovoltaici che potresti installare sul C1. Tieni conto che con i pannelli attuali per fare 1 kw servono circa 8 mq.........

E i generatori tascabili di cui parli forniscono potenze minime, 1 o 2 kw al massimo, non sufficienti per ricaricare in tempi brevi la batteria (che comunque non sopporta cariche ultrarapide).

Ripeto, non c'è ancora la tecnologia adeguata, ma certamente tra qualche anno ci sarà.
E poi mi chiedo, perchè si fanno veicoli sempre più pesanti e dispendiosi da un punto di vista energetico e non invece veicoli minimali leggerissimi con consumi ridotti?

Stefano T. "Truzzman" C1 200 Executive ABS work in progress

TahiTaneWaka
Divina Commedia canto XXVI vv 118-120 "fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza"
Om Mani Padme Hum
Consulente Energetico CasaClima
http://it.linkedin.com/pub/Stefano-truzzi/52/b4/444/
Torna all'inizio della Pagina

c1neo
Regular C1 Biker

xC1Pista
C1 125 Kat
Regione Toscana


57 Messaggi

Inserito il - 13/06/2008 : 00:39:08  Mostra Profilo Invia a c1neo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
Ciao a tutti....
ho trovato questo link, le batterie al litio polimeri sono già un realtà

http://www.youtube.com/watch?v=wZClhyUVQWw&NR=1

http://www.youtube.com/watch?v=Odq7kMeP0s4&feature=related

Penso che si possa ragionarci sopra 30 40 kg ( ma anche meno)di batterie, 20 30 di motore 20 di altri aggeggi elettronici e 20 per un generatorino di emergenza tanto per esagerare, pochi etti per una pellicola fotovoltaica per ultraesagerare (anche se non daranno mai più di 100-130 per mq watt (nel futuro), ad esposizione ideale, lo fanno finchè c'è luce, in continuazione), si può fare secondo me. Sono in arrivo batterie ancora migliori e se funziona come con i pc ogni due anni si può prevedere una notevole miglioria nel campo specifico
Sento che è un sogno che si può avverare


Appena trovo altro lo posto.

Ciao per ora

Modificato da - c1neo in data 13/06/2008 21:34:41
Torna all'inizio della Pagina

Williams
C1 Biker Master

teschiopistoni
C1 200 Executive
Regione Piemonte
San Mauro Torinese


1390 Messaggi

Inserito il - 13/06/2008 : 17:27:08  Mostra Profilo Invia a Williams un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
Uno scooter totalmente elettrico è già in vendita: il Vectrix.
Qui a Torino lo vendono a 7.765 euro e ha una velocità max di 100 km/h un'accelerazione da 0 a 50 in 3,6 sec., un'autonomia di 110 km a 40km/h e un tempo di ricarica di 2 ore.

"Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l'inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare"(A. Einstein)
"Non ho particolari talenti, sono solo appassionatamente curioso" (A. Einstein)
Torna all'inizio della Pagina

c1neo
Regular C1 Biker

xC1Pista
C1 125 Kat
Regione Toscana


57 Messaggi

Inserito il - 13/06/2008 : 20:42:17  Mostra Profilo Invia a c1neo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
Ciao

Si ma non è un c1!!!!

Io amo il c1 per la protezione che ti dà.

Un c1 elettrico darebbe anche la soddisfazione di non inquinare come gli altri, ma in modo più ragionevole, di viaggiare in silenzio e di passare dal meccanico con frequenza minore e spese più accettabili.
Casomai c'è da vedere quanto costano le batterie e ogni quanto vanno cambiate, anche se questo è un tema in continua evoluzione, una previsione, magari pessimista bisognerà pur darsela, non lo farei alla cieca.

Ho chiesto un preventivo per un pacco batterie al litio polimeri da 30 kg, spero che mi rispondano, dovrebbero bastare e forse abbondare, visto che con soli 80kg. si può già fare un auto da minimo 1 tonnellata con 100km di autonomia circa.

Non è da escludere che ci raccontino frottole al riguardo delle potenzialità dei sistemi già disponibili, pensa cosa accadrebbe se troppo in fretta tutti vogliono convertirsi all'elettrico, sarebbe un disastro economico ed anche ambientale, è una questione di grandi numeri.

E' molto probabile invece che la questione sia artificialmente frenata con vari accorgimenti sia mediatici che di prezzature esageratissime, proprio per gestire una introduzione graduale e facilmente controllabile dai monopolisti industriali ed i petrolieri.

Ovvero ci raccontano balle e quello che c'è, magari non il meglio che già esiste, te lo fanno pagare uno stonfo tale per cui non pare affatto un grande affare, bensì una costosa alternativa che alla fine sembra più uno sfizio che una svolta epocale.

Quando saranno organizzati e favorevoli a vendere questa nuova tecnologia faranno il contrario, ti costringeranno ad usare l'elettrico.

Secondo me con le batterie zebra o al litio polimeri è realmente iniziata l'era del veicolo elettrico,

Per esempio, una batteria zebra che contiene un sacco di semplice sale da cucina e poco più con altre poche carabattole che rispetto alle avanzate tecnologie di oggi assomigliano alla clava ed il bastone degli antenati più lontani che abbiamo, la fanno pagare nella sua versione più piccola la bellezza di 8500 euro, questo non di certo perchè a loro costa 4250 e vogliono una ricarica del 100%, credo, può darsi che mi sbagli non essendo ferrato sul caso specifico, ma perchè probabilmente hanno calcolato che i km che avresti percorso col carburante fossile sarebbero costati che sò 10000-12000 euro e quindi ti dovresti accontentare di aver risparmiato 3-4000 euro.

I prezzi secondo me sono terribilmente gonfiati da logiche di mercato assurde che non hanno niente a che vedere con l'ecologia ed il sostegno per uno sviluppo sostenibile.

Sempre la batterie zebra per esempio è totalmente riciclabile e non contiene alcuna sostanza tossica, la unica vera difficoltà che ho capito è che bisogna fare una doppia camera con vuoto interposto per isolare il tremendo calore a cui deve rimanere per poter funzionare, cioè 250°, inoltre deve essere gestita da una scheda elettronica.

Al giorno d'oggi non credo proprio che questo giustifichi 8500 euro di costo all'utente, anzi dal momento che la danno anche in affitto, previo il pagamento di ben 5000 euro e rotti iniziali, più 200 e rotti euro mensili credo che la batteria in realtà costi circa mille euro e che potrebbe essere venduta a 2000-2500.

Queste lo ripeto sono solo e meramente mie supposizioni, ma non sarei affatto sorpreso se risultassero vere o se costasse ancor meno .

Poi posso anche aver sbagliato alla grande questo ragionamento, ma non ho modo di verificarlo, va considerato comunque che c'è un'unica ditta nel mondo che le produce, un monopolista appunto e questo dovrebbe dirla lunga.

E' un vero peccato che la zebra costi così tanto e che sia adatta solo alle auto essendo un cassettone pesantissimo di circa 70x130x30 cm credo di ricordare.

Come efficienza e ecocompatibilità sono eccezionali, probabilmente verrano anche superate proprio dalla tecnologia al litio, che però di contro è inquinante e presenta qualche rischio potendo esplodere ed infiammarsi (quel tipo di fuoco che non spegni con niente mi hanno spiegato).

Ribadisco che secondo me si può riuscire ad omologare come esemplare unico il c1 entro tempi "brevi" che sò un anno, vuoi che non escano novità di tutti i tipi nel campo degli accumulatori ora che il petrolio sta andando a costare un visibilio?

Siamo già a quote altissime storicamente parlando, e nonostante continuino a ripetere che non c'è carenza di petrolio al momento il prezzo continua a salire vertiginosamente.

Già al giorno d'oggi con il nostro risparmioso bestio sono a spendere quasi 5 euro al giorno per andare a lavorare e basta, senza giri superflui o comunque non legati al lavoro,

Se questo va avanti così quando saremo a spendere 5-10-15 euro di benzina al giorno di media e a testa, i prezzi di tutto andranno alle stelle, sarà una situazione anche tragica in certi casi, abbiamo visto come sono già morti due camionisti durante le manifestazioni che hanno indetto proprio a causa del rincaro dei carburanti.

Questo potrebbe essere solo l'inizio di un vero gravissimo problema generale e che arriva all'improvviso, purtroppo siamo in forte ritardo ritardo rispetto alle esigenze reali di riconvertirsi ad energie alternative che ci permettano di prendere respiro dalla schiavitù verso il petrolio.

Basti pensare al calcolo fatto da un tipo poco tempo fa che provava semplicemente come biocarburanti ed elettrico fossero ancora più cari rispetto al motore a scoppio con combustibile fossile, bene al tempo la benzina verde costava 1,10 al litro, si tratta di una briciola di tempo fa, già ora è rincarata del 33% e quel conto è diventato sbagliatissimo, figurati fra qualche mese o anno, se non lo è già l'ago della bilancia sarà in posizione completamente opposta, cioè che biocombustibili, hho ed elettrico saranno molto più economici del petrolio, ma io credo che lo possano già essere

Ora che queste fonti alternative si impongono come scelta obbligata siamo totalmente impreparati e sarà molto dura credo.

Quindi il motorino elettrico si, ma io dico Il C1 elettrico, MOOOOOOOLTO MEGLIO. UAO.
Ciao.

Torna all'inizio della Pagina

Truzzman
C1 Guru

International 2011

C1Truzzman
C1 200 Executive
Regione Liguria
Arenzano


7945 Messaggi

Inserito il - 15/06/2008 : 21:57:07  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Truzzman  Clicca qui per chiamare via Skype Truzzman Invia a Truzzman un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
I giapponesi vanno già ad acqua...
http://www.genepax.co.jp/en/index.html

http://www.youtube.com/watch?v=I5pREZd8KHk

Stefano T. "Truzzman" C1 200 Executive ABS work in progress

TahiTaneWaka
Divina Commedia canto XXVI vv 118-120 "fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza"
Om Mani Padme Hum
Consulente Energetico CasaClima
http://it.linkedin.com/pub/Stefano-truzzi/52/b4/444/
Torna all'inizio della Pagina

Nico
Active C1 Biker

International 2011

southpark
C1 125 Kat
Regione Veneto
Spinea


199 Messaggi

Inserito il - 20/06/2008 : 00:51:17  Mostra Profilo Invia a Nico un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
video rimosso...colpa dei petroliferi...?
Torna all'inizio della Pagina

vyger
C1 Biker Senior

eqbektor
C1 200 Executive
Regione Emilia Romagna
Molinella


823 Messaggi

Inserito il - 20/06/2008 : 11:47:26  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di vyger  Clicca qui per chiamare via Skype vyger Invia a vyger un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
quella dei giapponesi mi sa una grossa vaccata.

attualmente la tecnologia e' pronta, motori senza spazzole direttamente nel cerchione, centraline e tutto quello che serve, tranne le batterie.

le LIPO costano (problemi tecnologici nella costruzione, non speculazione) durano poco (500 cicli di carica) e sono infiammabilissime, e non puoi costruirne di grandi.

la batteria e' un grosso problema, ma nel gio di 10 anni verra' risolto, perche' servono ai militari, ai pc alle auto ai telefonini.

una volta che tutto sara' pronto pero' sorgera il problema della FIAT, o di chi per lei.

oggi le auto vengono vendute a basso margine, perche' poi ci si rifa con i ricambi.
un auto totalmente elettrica non andra? mai dal meccanico, tranne in caso di incidenti.

quindi che fare?

non sono i petrolieri a rompere le balle, ma le case automobilistiche che questi conti li hanno fatti.

comunque scordiamoci di fare 1.000Km con un pieno e poi 2 minuti ala pompa e via.
le auto full electric avranno sui 3/400 km max di autonomia e 30 minuti per il pieno, per cui bisognera a vere delle colonnette per la ricarica nei parcheggi di supermercati, cinema e pubblici.

le compagnie petrolifere puntano sull'idrogeno, perche' a loro di venderti benza o H2 non cambia nulla.

www.Stefano.pozzato.name
www.acmeitalia.org
www.milsim.org/
skype vygeracme
Torna all'inizio della Pagina

Nagato
Active C1 Biker

Nagato
C1 200 Executive
Regione Lombardia


169 Messaggi

Inserito il - 20/06/2008 : 12:51:29  Mostra Profilo Invia a Nagato un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
La Piaggio sta introducendo sul mercato l'MP3 125 ibrido.
Torna all'inizio della Pagina

vyger
C1 Biker Senior

eqbektor
C1 200 Executive
Regione Emilia Romagna
Molinella


823 Messaggi

Inserito il - 20/06/2008 : 16:29:49  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di vyger  Clicca qui per chiamare via Skype vyger Invia a vyger un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
si ma a un costo di poco inferiore ai 20.000 euro

www.Stefano.pozzato.name
www.acmeitalia.org
www.milsim.org/
skype vygeracme
Torna all'inizio della Pagina

pimol
Active C1 Biker

0731_da_pimol
C1 125 Executive
Regione Lombardia
Vigevano


178 Messaggi

Inserito il - 20/06/2008 : 19:42:29  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di pimol Invia a pimol un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
vyger ha scritto:

si ma a un costo di poco inferiore ai 20.000 euro



Di poco inferire ai 20 milioni vecchio conio intendi?

http://www.motoblog.it/post/9036/piaggio-mp3-ibrido-in-arrivo-nel-2008


Pietro
Torna all'inizio della Pagina

c1neo
Regular C1 Biker

xC1Pista
C1 125 Kat
Regione Toscana


57 Messaggi

Inserito il - 21/06/2008 : 20:07:16  Mostra Profilo Invia a c1neo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
Ciao a tutti

Al riguardo del costo delle batterie, credo chiaramente, che gratis o a quattro lire, specialmente se i componenti non sono di uso comune, non pericolosi ed abbondanti sul mercato, non si potranno mai avere.

Non pretendo certo la manna dal cielo, però credo allo stesso tempo che i prezzi sia artificialmente gonfiati, e non solo per le batterie, ma per tutte le innovazioni nel campo delle energie alternative.

Il motivo credo che risieda nella logica del profitto che regola la nostra società.

Ovvero non è importante lo sviluppo culturale e sociale, è importante guadagnare, quindi le innovazioni , non sono viste come miglioramenti della qualità della vita collettiva, ma come un'altra nuova maniera di far concorrenza e business. Se poi una innovazione lascia prevedere che si elimini una schiavitù collettiva, ecco che viene accuratamente nascosta, per quanto possibile.

C'è una frase famosa di cui però non conosco l'autore che ad occhio e croce dice "puoi ingannare completamente e per sempre qualcuno, poi ingannare per molto tempo molti, ma non puoi ingannare per sempre tutti".

Tante cose che usiamo oggi sono obsolete da un secolo, a questo proposito è interessante leggere la storia di Nikolas Tesla, uno scienziato prodigioso, accuratamente rimosso dai libri di storia.

Dunque, dico tutto questo perchè sono convinto che, se non subito a breve, si potrà concretizzare la conversione del c1 alla trazione elettrica, ma che per farlo non bisogna certo aspettare che vengano quelli delle case automobilistiche o i petrolieri a proporti un kit adeguato, tantomeno altre industrie lo faranno, dobbiamo essere noi a trovare la soluzione, ed io credo proprio che ci sia già o che ci sarà in tempi stretti.

Se esiste un pacco di batterie litio polimeri di 80 kg che va bene per una fiat 600 o una citroen ax credo che per un c1 30/40 kg al max saranno molto più che sufficienti.

Tutto stà nel trovare chi ti assembla il pacco secondo legge e vedere se i costi sono accettabili, poi al momento del cambio batterie saranno presenti nuovi accumulatori e così via.

E' proprio ciò che è successo con la 600 e la ax sopra menzionate, quando furono prodotte e vendute avevano un pacco batterie di 400kg con caratteristiche inferiori a quello di 80kg con cui lo hanno sostituito, vi pare poco?

Chi è interessato come me batta un colpo, la ricerca della soluzione giusta può essere fatta in collaborazione, e potrebbe essere più rapida che portata avanti singolarmente.

Ciao a tutti

Torna all'inizio della Pagina

vyger
C1 Biker Senior

eqbektor
C1 200 Executive
Regione Emilia Romagna
Molinella


823 Messaggi

Inserito il - 23/06/2008 : 08:43:31  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di vyger  Clicca qui per chiamare via Skype vyger Invia a vyger un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
intendevo 20.000 euro :-)

i prezzi delle LI-PO sono calati del 85% dal 90 ad oggi.

comunque sono ancora prodotte da pochi, che non stanno dietro alla richiesta, ecco perche' il prezzo e' ancora alto.

ripeto anche se le LIPO costassero la meta' non sono ancora pronte per un utilizzo FULL elettric.

penso che auto e solo elettrico arriveranno tra una decina di anni, e conviveranno con auto e soprattutto camion ad idrogeno, un po come oggi abbiamo benza e diesel.

il prezzo esorbitante del petrolio, i suoi problemi ambientali e il fato che lo hanno stati inaffidabili sta spingendo governi e produttori di auto a solcare nuove strade.

sono fiducioso

www.Stefano.pozzato.name
www.acmeitalia.org
www.milsim.org/
skype vygeracme
Torna all'inizio della Pagina

Williams
C1 Biker Master

teschiopistoni
C1 200 Executive
Regione Piemonte
San Mauro Torinese


1390 Messaggi

Inserito il - 24/06/2008 : 16:16:22  Mostra Profilo Invia a Williams un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
Io sono molto poco fiducioso sull'idrogeno per alcuni motivi:
- per avere potenze "decenti" servono motori di grossa cilindrata
- è una sostanza troppo volatile, se fai il pieno la sera al mattino dopo ti trovi solo più metà serbatoio
- per tenere l'idrogeno liquido ci va un serbatoio raffreddato a centinaia di gradi sottozero (il rischio è che se facendo il pieno cadesse una goccia sul dito esso cadrebbe immediatamento a terra come un ghiacciolo)
- l'idrogeno avrebbe una detonazione spaventosa se in un tamponamento si dovesse rompere il serbatoio dell'auto.

"Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l'inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare"(A. Einstein)
"Non ho particolari talenti, sono solo appassionatamente curioso" (A. Einstein)
Torna all'inizio della Pagina

Nagato
Active C1 Biker

Nagato
C1 200 Executive
Regione Lombardia


169 Messaggi

Inserito il - 24/06/2008 : 16:39:38  Mostra Profilo Invia a Nagato un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
Vyger, il prezzo dell'MP3 Hys è inferiore ai 10000 euro, come da link di pimol. Comunque sono 10 testoni per un 125 cc.....
Torna all'inizio della Pagina

c1neo
Regular C1 Biker

xC1Pista
C1 125 Kat
Regione Toscana


57 Messaggi

Inserito il - 25/06/2008 : 22:19:11  Mostra Profilo Invia a c1neo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
Ciao a tutti

Seppur leggermente, stiamo uscendo un po dal tema principale, che è il c1 elettrico.

Comunque dal momento che mi sono interessato anche all'idrogeno, posso dare ragione in parte a Williams sulla pericolosità del serbatoio di idrogeno liquido compresso. In effetti se c'è un problema e scatta un innesco l'esplosione è catastrofica.


Infatti l'unico vantaggio di averlo in bombole compresse stà nell'autonomia certa e per le case petrolifere che puntano a vendertelo al posto della benzina come fanno con il gas, questo per mantenere la dipendenza assoluta dei consumatori di tutto il mondo verso poche compagnie distributrici, una truffa continuata.

Sul resto, invece devo dire che non è proprio così.

Infatti l'idrogeno è ben più potente della benzina ed ha un numero di ottani di 130+, non è necessario avere motori di grande cilindrata, anche una moto piccola può giovarne, non è affatto necessario portarselo dietro compresso e puro, non è affatto necessario comprarlo alla pompa del distributore.

Non è più volatile di altri gas nel senso magico, se tenuto in contenitore stagno, oggi ne hai un litro e fra cento anni ne hai un litro.

Le dita non cascheranno a nessun utente, in quanto se mai sarà veramente distribuito liquido e puro ci sarà una persona qualificata a farlo e ci saranno anche le dovute protezioni/precauzioni, pena esplosioni catastrofiche frequenti e sbalorditive.

L'idrogeno e l'ossigeno sono già compressi sotto forma di acqua, due parti di idrogeno ed una di ossigeno,come tutti sappiamo l'acqua non è pericolosa.

Si può produrre al volo a partire dall'acqua ed esattamente nella quantità che serve al momento stesso in cui viene consumato, quindi il serbatoio sarà pieno d'acqua e solo una frazione di litro di gas h-h-o, detto gas di Brown, NON compresso, sarà presente nelle tubazioni che lo portano alla carburazione. Con adeguati sistemi di non ritorno di fiamma il pericolo è MOLTO MA MOLTO MINORE rispetto al classico serbatoio di benzina su cui ci sediamo tutti i giorni.

Infatti se per caso la fiamma superasse i dispositivi di protezione iniziali, si udirebbe una modesta esplosione e si rimane fermi, il danno rimane limitato al ripristinare la valvola di sicurezza od eventualmente la vaschetta per l'idrolisi se si è danneggiata.

Si può aggiungere senza indugio a qualunque altro combustibile tradizionale, benzina, gasolio, gas metano propano etc, alcool, biocombustibili vari.

Da un litro di acqua si ottengono, se non sbaglio, almeno 1800 litri di hho non compresso, quindi con un serbatoio da 10 litri si possono avere 18000 litri di hho, lascio a qualcuno che ha fatto chimica il compito di calcolare quante calorie o kw sono.

E' migliore di tutti gli altri combustibili, e al giorno d'oggi è già possibilissimo, commercialmente e tecnicamente parlando avere macchine e moto che bruciano il 96% di hho, prodotto al volo, e SOLO il 4 % di combustibile tradizionale e tutto questo con un normalissimo e banale motore a scoppio regolare, addirittura di vecchio stampo ( che seppur meno efficiente non ha elettronica da calibrare ed è quindi molto più semplice da convertire).

Notare bene che in questo caso il risparmio di carburante sarebbe di uno a venti ovvero il 2000% quindi per esempio se il tuo mezzo con un litro di benzina fa 20km/l con questo sistema di carburazione ibrido potrebbe farne 20*20=400 km/l.

Tutto questo, lo ripeto casomai non fosse abbastanza chiaro, con una delle normalissime bagnarole, pesantissime e poco evolute, che le case automobilistiche si ostinano a venderci ancora oggi, siamo nel 2008 a distanza di più di cento anni dalle prime rivoluzioni industriali significativamente incisive per livelli di tecnologie conosciute.

Immaginate cosa non si otterrebbe se anche telaio etc. fossero calibrati per seguire una logica del risparmio energetico e della mobilità economicamente e ecologicamente compatibile.

All'ultima eco-marathon, una macchina francese fatta a scuola dagli studenti universitari con i loro professori ha vinto il premio per il consumo minore fissato alla bellezza di più di 3000, in lettere TREMILA km per litro di benzina, informarsi per credere.

La conversione all'hho è di una tale banalità che un sacco di gente se lo fa in casa, dalla moto al camion merci. Gli impianti caserecci, e vi ripeto che sono estremante banali, danno risultati di incremento di prestazioni per quanto riguarda km al litro di benzina/gasolio che va dal peggior caso di 7% di un camion americano con poche celle generatrici fino al 300% ed oltre di impianti più sofisticati e ben fatti su macchine come toyota etc.

Inoltre l'hho invece di sporcare il motore lo pulisce, non esiste un carburante più pulito, è ben più potente ed ha un elevato numero di ottani rispetto agli altri carburanti. Una vera manna dal cielo che non si capisce perchè nessuno ha usato commercialmente, nonostante fosse già stato sperimentato 90 anni fa e non è protetto da alcun brevetto come sistema, o meglio lo si capisce benissimo, l'acqua non la compri dal benzinaio della compagnia petrolifera, apri il rubinetto a casa e riempi il serbatoio, se vuoi andare sul sicuro ed evitare manutenzione della cella di idrolisi prendi acqua distillata, fatto.

Mistero.

Ciò che è chiaro, è che mano a mano che sale il prezzo del petrolio, queste cose dimenticate ritorneranno alla ribalta, come infatti stà accadendo alla grande, è pieno di siti del tipo car on water, pieno di kits, pieno di letteratura specifica, pieno di libri e c'è un sacco di gente che lo stà facendo.

In America c'è anche altro, basta fare qualche ricerca per capire subito che noi siamo veramente dei tardoni come popolo, certto abbiamo anche noi una intellighenzia da invidia, ma come popolo siamo dei pecoroni che da soli si fanno ben poco o niente in casa, se viene dall'alto bene, paghiamo e ci accontentiamo, altrimenti niente.

Detto tutto questo, per chi pensa all'idrogeno la mia opinione è del tutto favorevole, ed in più e già largamente disponibile e fattibilissimo, anche sul c1.

Per quanto riguarda l'innovazione invece, secondo me la cosa ancora un pò difficile, ma totalmente risolutiva per quanto riguarda i guai meccanici è, indovinate un pò, IL MOTORE ELETTRICO.

Efficientissimo, fà 2 milioni di km senza batter ciglio, cambi cuscinetti e spazzole, se c'è l'ha, e fai altri 2 milioni di km. problemi quasi zero, potenza a volontà, coppia massima da fermo, può produrre energia immagazzinabile in frenata, addirittura con alcuni modelli si può eliminare l'impianto frenante classico, perchè fa da freno motore e generatore allo stesso tempo, incluso meccanismo antislittamento in accelerazione ed abs in frenata.

Stiamo scherzando? Il motore elettrico è più che mai il FUTURO immediato, efficientissimo, al 90%, vibrazioni assenti, rumore impercettibile, molto potente, pulito, su alcuni modelli antislittamento in accelerazione e frenata, generatore in frenata... manca qualcosa?

Esiste un motore a scoppio che si avvicini anche a solo metà di queste caratteristiche?

Ecco il perchè del mio proposito di rimuovere tutto e metterci un bel sistema elettrico, al massimo ibrido.

Ci sono solo alcuni problemi tecnici da affrontare e trovare il pacco di batterie giusto, che quando dovrà essere cambiato sarà meno caro, più leggero e migliore, e questo per diverso tempo, fino a quando l'umanità non avrà scoperto la superconduzione a basso costo.

Il giorno in cui avremo un superconduttore adeguato, con un pieno di energia elettrica si farà qualcosa di inimmaginabile per noi, non esiste neanche un paragone, già quando ero bambino si diceva che raccogliendo solo l'energia di un singolo fulmine con un superconduttore si sarebbe potuta sfamare la sete di energia di una città per diversi giorni, non sò dirvi al giorno d'oggi quanto durerebbe visto che consumiamo sempre di più e siamo di più, ma per un mezzo di trasporto mi sembra evidente che si parla di roba del tipo un pieno ogni morte di papa.

Quindi ripeto il mio appello, C1 ELETTRICO.... C1 ELETTRICO.... C1 ELETTRICO.... C1 ELETTRICO.... C1 ELETTRICO.... C1 ELETTRICO....

facciamoci la miglior e più bella moto futuristica del mondo, C1 ELETTRICO.... la sicurezza personale, l'ecocompatibilità, la tranquillità dell'affidabilità meccanica, il design italiano alla loro massima espressione.

P.S. il c1 è stato fatto in Italia, vedi BERTONE in Piemonte, anche se è marcata bmw. Il mondo ci ha preso in giro per questo, ho letto un articolo in inglese in cui si diceva che noi italiani, pazzi, non abbiamo nessun problema, in quanto pazzi e sciocchi, a far credere che questa moto sia tedesca, nell'articolo parlava male anche della bmw figurando i bavaresi della bmw come specie di rozzi contadini col pallino della meccanica.

Bon, smetto di scrivere e rilancio l'appello, c1nisti d'Italia, facciamo un c1 elttrico......meditate, meditate.... come diceva Arbore al tempo.

Ciao a tutti.

Modificato da - c1neo in data 13/08/2008 22:14:20
Torna all'inizio della Pagina

vyger
C1 Biker Senior

eqbektor
C1 200 Executive
Regione Emilia Romagna
Molinella


823 Messaggi

Inserito il - 26/06/2008 : 10:49:16  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di vyger  Clicca qui per chiamare via Skype vyger Invia a vyger un Messaggio Privato  Rispondi Quotando Segnala al moderatore
be non e' proprio esatto.
L'idrogeno non puoi usarlo in un motore a scoppio tradizionale, per via dei pochi ottani, va usato in sistemi a celle di combustibile.
non puoi immagazzinarlo sotto forma di acqua perche' poi consumi piu' energia per scindere la molecola di quella che otterresti con il solo idrogeno.
in caso di incidente l'idrogeno e' estremamente volatile e sale verso l'alto, quindi e' meno pericoloso del gia poco pericoloso gasolio.
le auto che fanno 3.000Km con un litro ( ma mi sembrano tantini) sono fatte di carta velina, e vanno a velocita' costante, un bell'esercizio di stile ma inusabili.
poi sul fatto di alleggerire le auto molto si puo' fare, la fibra di carbonio costa enormemente piu' della lamiera.
Le case petrolifere vogliono venderti l'idrogeno, e' vero, ma sarebbe un bel passo avanti, perche' comunque sarebbe a impatto 0 e non in mano ai soliti arabi.

per questo dico che conviverà idrogeno e full electric, come oggi abbiamo benza gpl gasolio metano.
Ad alcuni converrà una cosa ad altri un'altra.

comunque il passaggio al full electric non e' possibile fino a che non ci saranno batteria con densita' energetica almeno tripla rispetto alle LIPO, e in laboratorio gia ci sono, quiandi tempo 10 anni che si risolvono alcuni probblemucci e le avremo.

per l'idrogeno occorre produrlo, ora si puo' usare quello prodotto di scarto dalle raffinerie, poi tra 10/15 anni quando la domanda aumentera' lo si produrra' da foti rinnovabili, e/o nucleare

apro una parentesi sul nucleare.

se hai bisogno di 1W per 30 anni la centrale nucleare di 3 generazione te lo produce a meno di 1/10 del costo dell'equivalente solare, tenendo conto di costruzione uso e manutenzione, smaltimento scorie e smantellamento centrale.

nel 2020 saranno pronte le centrale di 4 generazione che non produrranno scorie e useranno combustibile non radioattivo, e produrranno idrogeno per via dell'alta temperatura a cui lavorano.

nel 2030 invece si sera che il progetto euro americano +cinesi e giapponesi, del generatore a fusione dia risultati, attualmente il prototipo e' in costruzione in francia.

se il prototipo, che si spera di accendere entro il 2015 andra come si deve nel 2020 parte una prima centrale dimostrativa, e se questa va nel 2030 al max partono le centrali commerciali.

la fusione fredda funziona ma non sembra in grado di produrre elettricità su larga scala, ma si pensa a scaldabagni, e impianti di riscaldamento in grandi strutture, anche qui entro 10 anni vedremo cosa succede.

sul fronte solare i pannelli hano un rendimento del 10/15% e costano un botto, inquan produrli e non sono smaltibili, quindi c'e' ancora molto da fare.

w da solare poi produce 30 volte la co2 di 1W da nucleare, tenendo conto di tutto il ciclo produttivo (focus di questo mese)




www.Stefano.pozzato.name
www.acmeitalia.org
www.milsim.org/
skype vygeracme
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 4 Discussione  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
BMW C1 CLUB © Bmw C1 Club 2003 - 2019 Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,58 secondi. TargatoNA.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000

Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it |